Banca Mondiale: dieci paesi CEE di nuovo in crescita dopo la crisi

Dieci nuovi stati membri della UE hanno avuto la prima crescita economica a partire dall’inizio della crisi finanziaria ed economica del 2008, ha informato la Banca Mondiale. Nel 1° trimestre di quest’anno, Bulgaria, Repubblica Ceca, Estonia, Ungheria, Lettonia, Lituania, Polonia, Romania, Slovacchia e Slovenia hanno registrato una crescita media dello 0,8%, mentre nell’ultimo trimestre del 2009 il gruppo di paesi aveva registrato una recessione economica del 2,1%. «Nonostante le notizie positive, la crescita è ancora molto debole», ha osservato la Banca Mondiale nel suo ultimo rapporto che verrà pubblicato ufficialmente questa settimana. Non prima del prossimo anno la regione riuscirà a raggiungere i livelli pre-crisi, ma per alcuni stati di questo blocco questo potrà anche richiedere più tempo.

Nel 1° trimestre di quest’anno la Slovacchia e la Polonia hanno registrato le maggiori crescite. Secondo la Banca Mondiale l’aspetto cruciale per la ripresa dell’economia della regione sarà il mantenimento della stabilità dei mercati finanziari e l’aumento dell’efficacia fiscale degli stati.

(Fonte Pravda)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.