La rivoluzione di Danko: SNS pronto a cooperare con gli ungheresi di SMK

Dopo due decenni di politica pressoché sciovinista, con rom e ungheresi continuamente nel mirino, il relativamente nuovo leader del Partito Nazionale Slovacco (SNS) Andrej Danko si è spinto a dire nel programma tv V politike andato in onda domenica su TA3 qualcosa come “il passato è passato, seppelliamo l’ascia di guerra e pensiamo al futuro”. Suo interlocutore Jozsef Berenyi, capo del Partito della Comunità Ungherese (SMK), considerato oggi la formazione di ispirazione più radicale del gruppo etnico ungherese, una minoranza che in Slovacchia conta per circa un 10% della popolazione. La collaborazione tra i due partiti è qualcosa che appena pochi mesi fa, con Jan Slota ancora ‘signore’ dei nazionalisti, era del tutto impensabile.

A interessare i due leader (di partiti che nei due ultimi appuntamenti elettorali nazionali sono rimasti all’asciutto non raggiungendo la soglia minima del 5%) sono in particolare le questioni economiche, un fattore che lega le due comunità. Sia gli ungheresi che gli slovacchi, dicono, sono come mendicanti all’interno dell’Unione Europea, e i pensionati di entrambe le etnie hanno a malapena di che vivere.

Si possono anche discutere le relazioni slovacco- ungheresi, dice un pragmatico Danko, ma evitiamo di incolparci dei peccati dei nostri predecessori. Danko poi augurerebbe al suo Paese di trovare il suo Viktor Orban slovacco per difendere gli interessi della Slovacchia in UE. Orban è quello con il maggior coraggio tra tutti i politici della regione dell’Europa centro-orientale, ha detto.

Berenyi ha aperto a una possibile collaborazione nei temi economici su base programmatica, ma ha specificato i partner naturali di SMK sono sempre KDH e SDKU-DS (con i quali ha condiviso due mandati di governo). Berenyi non ha nemmeno escluso di poter condividere un’agenda comune in futuro con Most-Hid, il partito che Bela Bugar ha fondato con molti ex membri di SMK, ma ha detto che Most si identifica in modo duale: come etnico ungherese in Ungheria, e partito misto con gli slovacchi.

(Red, Fonte Tasr)

Foto: manifesto SNS per le elezioni parlamentari 2012: “Dai Tatra al Danubio, solo in slovacco!”

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.