La minaccia di multa dell’UE per Gazprom potrebbe aiutare la Slovacchia

Il Commissario europeo alla Concorrenza Joaquin Almunia ha annunciato di stare preparando una lettera di obiezioni contro Gazprom nel quadro dell’inchiesta per pratiche anticoncorrenziali contro il gigante russo. Gazprom non avrebbe rispettato le regole di concorrenza imposte ai soggetti che operano nel mercato unico (pur avendo sede al di fuori di esso), ostacolando la fornitura di gas e la diversificazione delle fonti di approvvigionamento in alcuni stati membri UE, creando livelli di prezzi ingiustificati in Lituania, Estonia, Bulgaria, Repubblica Ceca, Ungheria, Lettonia, Slovacchia e Polonia, potrebbe avere conseguenze anche per la Slovacchia, che sta trattando con i russi per avere uno sconto sul prezzo di acquisto del gas.

L’UE potrebbe arrivare a multare Gazprom per 15 miliardi di dollari, e questo passo sarebbe di aiuto alle richieste dell’utility slovacca del gas Slovensky plynarensky priemysel (SPP), secondo un articolo del quotidiano Sme pubblicato venerdì 4 ottobre.

Le tariffe che oggi l’azienda a partecipazione statale slovacca (ex monopolista) deve pagare per le forniture di gas naturale non le permettono di competere con le imprese che acquistano gas sul mercato libero a breve. SPP è invece legata ad un contratto ventennale firmato nel 2008, durante il primo governo guidato da Robert Fico, e secondo i piani del governo anche il 49% oggi nelle mani della ceca EPH Holding dovrebbe essere ri-acquistata dallo Stato. Il che significa che un nuovo prezzo più basso andrà a tutto vantaggio delle finanze pubbliche, permettendo al Premier Fico di mantenere con più facilità la sua promessa di non aumentare le tariffe del gas per gli utenti domestici. I negoziati, in corso da tempo con i russi, potrebbero essere finiti in poche settimane, secondo funzionari del Ministero dell’Economia.

L’indagine UE sull’attività di Gazprom iniziò due anni fa, con ispezioni compiute in diverse aziende distributrici del gas, tra cui SPP.

(La Redazione, Fonte Sme)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.