Slovnaft: avvio costruzione unità LDPE4 a Bratislava, commessa di Maire Tecnimont

La società petrolifera slovacca Slovnaft ha avviato a inizio del mese la costruzione di un nuovo impianto LDPE4 presso il suo stabilimento di produzione a Bratislava. Con l’investimento, 200 milioni di euro entro il 2015, l’azienda si propone di aumentare la produzione annua del suo stabilimento da circa 40.000 tonnellate a circa 220.000 tonnellate di polietilene a bassa densità, un polimero utilizzato in particolare nell’industria del packaging alimentare, nell’isolamento e nei materiali da costruzione. Slovnaft ha informato di intendere sostituire le sette linee di produzione attuali, ormai obsolete, con la nuova unità, che garantirà maggiore efficienza, ridotti consumi e emissioni inferiori. La linea permetterà a Slovnaft di ampliare il suo portafoglio prodotti, di migliorarne la qualità e rafforzare la propria competitività nel lungo termine.

Slovnaft andrà anche a spendere altri 100 milioni per la ristrutturazione di un impianto produttivo di etilene, la costruzione di un serbatoio di stoccaggio per l’etilene e la creazione di infrastrutture logistiche connesse, incluse linee di confezionamento dedicate.

A costruire la nuova linea tecnologica è stata chiamata l’italiana Tecnimont insieme alla tedesca TPI-Tecnimont Planung und Industrieanlagenbau, entrambe parte del gruppo Maire Tecnimont cha ha vinto la commessa. Una volta a regime, nel nuovo impianto LDPE4 saranno impiegati fino a 1.000 lavoratori. Per il progetto il gruppo MOL ha preso un prestito della BERS da 120 milioni di euro con scadenza 2020.

Alla cerimonia di avvio lavori hanno partecipato il 6 settembre scorso anche il Premier Fico e il Ministro dell’Economia Malatinsky, che hanno posato la prima pietro dello stabilimento nell’area Slovnaft alla periferia della capitale. Presenti i maggiori rappresentanti di Slovnaft e MOL (il gruppo ungherese di cui l’azienda è parte) e l’Ad del gruppo Maire Tecnimont Pierroberto Folgiero.

(La Redazione)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.