Kosice: Marcia per la vita, almeno 60 mila persone ieri in strada

Si è tenuta ieri domenica 22 settembre nella città di Kosice, nella Slovacchia orientale, la Marcia nazionale per la Vita, organizzata dalla Conferenza dei vescovi della Slovacchia (KBS) insieme a decine di organizzazioni cattoliche. L’iniziativa ha inteso “esprimere un desiderio di cambiamento sociale mostrato con la protezione della vita di ogni uomo”. Molti media slovacchi ne hanno parlato come della manifestazione più partecipata in Slovacchia dal 1989, quando la gente scendeva in strada per chiedere la democrazia e la fine del regime comunista. Secondo le stime, erano circa 60-70.000 (80.000 secondo gli organizzatori) le persone che hanno partecipato a questo raduno. Ben oltre le aspettative che avevano parlato di 50.000 manifestanti.

Con questa dimostrazione, i partecipanti hanno voluto esprimere la convinzione che “la vita di ogni essere umano è preziosa e deve essere protetta senza riserve dal momento del concepimento fino alla morte naturale, che la famiglia basata sul matrimonio di un uomo e di una donna deve essere oggetto di speciale protezione e sostegno e che la cura dei bambini e la loro educazione sono responsabilità dei loro genitori”.

Il Memorandum, presentato per l’occasione, invita all’azione concreta per sostenere e proteggere la dignità di ogni uomo, anche di chi non è ancora nato. “Ci appelliamo in particolare ai rappresentanti pubblici, specialmente ai nostri parlamentari, al governo e alle istituzioni statali, affinché creino dei sistemi di sostegno e di consultazione e le condizioni sociali, economiche e giuridiche che permettano alle famiglie di accogliere e crescere i figli, sostenendo altresì le istituzioni preposte all’aiuto delle famiglie in difficoltà e alle donne in gravidanza per evitare che ricorrano all’aborto”, si legge nel documento, che ribadisce alle autorità che la Marcia nazionale per la vita non è un “evento isolato” ma rappresenta “la ferma decisione di continuare a portare avanti le azioni enumerate nel Manifesto”.

I partecipanti che hanno marciato si sono radunati a Kosice da tutta la Slovacchia (anche con tre treni speciali da Bratislava e Zilina), ma anche dai paesi vicini, Polonia, Ungheria e Repubblica Ceca, secondo il quotidiano Sme. L’Arcivescovo di Bratislava mons. Stanislav Zvolensky, presidente della Conferenza dei vescovi, ha invitato i giovani e le famiglie a non vergognarsi di esprimere i loro atteggiamenti pro-vita. Presente anche il Nunzio vaticano in Slovacchia, mons. Mario Giordana, che ha portato il saluto di Papa Francesco e il suo messaggio: Non lasciate che nessuno vi impedisca di promuovere la cultura della vita. Il motto della giornata era “Poďme von a bojujme za život”, andiamo fuori a combattere per la vita. I manifestanti, tra i quali abbondavano famiglie con bambini, sventolavano striscioni con scritte come: “Io sono per la vita”, “Prendiamoci cura della famiglia e della vita concepita”, “La vita è un dono”, o “Chiediamo il divieto di aborto”. Nel centro città sono stati liberati in cielo migliaia di palloncini colorati in memoria dei i bambini non nati. La giornata si era aperta con la santa messa celebrata nelle diverse chiese cittadine da ben 18 vescovi da tutto il Paese.

(Red)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google