UE: emissioni auto, norme più severe per il 2020; industria slovacca preoccupata

L’industria automobilistica della Slovacchia è preoccupata dalle proposte dell’UE di tagliare i livelli consentiti di emissioni di anidride carbonica dei veicoli quale uno degli obiettivi per il 2020. Tali misure finirebbero per riflettersi sui prezzi delle auto nuove – che secondo alcuni potrebbero aumentare di oltre 1.500 euro – e addirittura si potrebbe correre il rischio di perdere una delle case automobilistiche che oggi operano nel Paese, cosa che danneggerebbe enormemente l’economia nazionale, considerando che la produzione di auto conta per oltre il 40% della produzione economica in Slovacchia.

I rappresentanti dell’industria automobilistica slovacca a Bruxelles hanno richiamato l’attenzione sui costi reali di tali misure, che tuttavia non respingono a priori. Ma la stessa Commissione europea riconosce che le nuove norme sulle emissioni sono davvero rigide ed è necessaria una discussione all’interno degli stati membri.

I livelli di emissione per le autovetture nell’Unione europea sono oggi fissati a circa 135 grammi di anidride carbonica rilasciati in atmosfera per ogni chilometro. La proposta della Commissione è di ridurre tale importo a 95 grammi per chilometro entro il 2020, e dopo tale data l’idea è di andare anche oltre con norme più rigorose, anche se ad oggi non è chiaro quale sia la volontà politica di farlo.

(Red)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.