Politiche responsabili nel V4 rafforzeranno anche la UE

Se il gruppo dei Quattro di Visegrad (Slovacchia, Ungheria, Repubblica Ceca e Polonia) svolge politiche responsabili, comprese quelle fiscali, e se fa progressi congiunti con i programmi regionali, rilanciando le economie e fornendo sostegno alla creazione di nuovi posti di lavoro – anche l’Unione Europea ne sarà rafforzata, ha detto ieri a Budapest il Premier slovacco Iveta Radicova alla riunione del Gruppo di Visegrad (V4).

«Cercheremo le cose che ci legano e ci separeremo da ciò che ci divide. Promuoveremo gli interessi comuni nel più ampio dibattito dell’Unione Europea», ha detto la Radicova nel momento in cui la Slovacchia assumeva la presidenza di turno del gruppo, mantenendola fino al 30 Giugno 2011.

Il Primo Ministro ungherese Viktor Orban, che ha passato la guida alla Slovacchia, ha sottolineato che il 2011 sarà l’anno dell’Europa centrale nella politica europea, con la prossima presidenza ungherese della UE (dal Gennaio 2011), e la Polonia che ne assumerà il testimone subito dopo (da Luglio 2011). In una occasione tanto particolare, le due presidenze coopereranno strettamente, ha detto Orban.

Le priorità della presidenza V4 slovacca, ha detto la Radicova, è la ricerca di misure per affrontare una delle peggiori crisi economiche di sempre, rafforzando nel contempo la sicurezza energetica e la promozione degli interessi dei paesi dell’Europa centrale e orientale all’interno dell’UE in maniera più efficiente.

Secondo il Primo Ministro polacco Donald Tusk, i nuovi stati membri dell’UE devono dimostrare si non essere più deboli o meno degni dei quindici membri che costituivano l’Unione prima dell’allargamento del 2004. Slovacchia, Polonia, Repubblica Ceca e Ungheria possono essere orgogliosi del fatto che la loro «cooperazione all’interno del gruppo V4 ha dato un esempio per l’intera Unione». Degno di emulazione (da parte dell’UE) è anche il coraggio dell‘Europa centro-orientale per affrontare la crisi con riforme audaci, ha aggiunto Tusk.

Il Primo Ministro ceco Petr Necas ha sottolineato quanto sia importante rafforzare la sicurezza energetica per i paesi V4, che hanno sofferto la loro dipendenza da determinate fonti di energia negli ultimi anni, riferendosi, senza dirlo, alla crisi del gas durante l’inverno del 2008/09 quando la Russia chiuse i rubinetti per un conflitto (commercial-politico) con l‘Ucraina.

(Fonte TASR)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google