Programma ONU per l’Ambiente premia Petrini di Slow Food come “Campione della Terra”

A Carlo Petrini, il “leggendario” fondatore del movimento (italiano prima e internazionale poi) Slow Food, è stato riconosciuto l’eccezionale contributo dato nel settore dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile con il premio “Champion of the Earth” (Campione della Terra) dal Programma per l’Ambiente delle Nazioni Unite (UNEP). Il premio è assegnato a otto persone alle quali è riconosciuta una leadership da “visionari” nei campi della politica, della scienza e nell’azione della società civile.

Ieri 18 settembre il sotto segretario generale dell’ONU e direttore esecutivo dell’UNEP Achim Steiner ha ufficialmente assegnato il trofeo al presidente di Slow Food International Carlo Petrini, rappresentato in questa occasione dal capo di Slow Food USA Richard McCarty, in una cerimonia ceh si è svolta presso il Museo Americano di Storia Naturale di New York.

Nelle motivazioni l’UNEP spiega che vengono riconosciuti a Petrini i notevoli risultati ottenuti come fondatore del movimento Slow Food – una rete di oltre 100.000 sostenitori in oltre 150 paesi. «Nei riguardi delle questioni critiche della sostenibilità nei consumi e nella produzione, nel contesto della sicurezza alimentare globale, il suo movimento è diventato una forza formidabile che difende le tradizioni alimentari locali, protegge la biodiversità locale, e promuove le produzioni di qualità in piccola scala con una crescente attenzione per gli investimenti nel sud della Terra. Attraverso i progetti dei Presìdi e la rete delle comunità alimentari di Terra Madre, lei ha anche contribuito a focalizzare l’attenzione sul ruolo fondamentale dei popoli indigeni nel difendere le tradizioni alimentari, oltre ad essere i custodi della insostituibile conoscenza ereditata. La rete di Terra Madre, che comprende 250 università e centri di ricerca in tutto il mondo, promuove la ricerca e lo sviluppo di strumenti di produzione alimentare sostenibile attraverso l’educazione e la formazione».

Petrini si è dichiarato «commosso e onorato» per il premio conferitogli, un riconoscimento che «dimostra che il cammino ideale percorso da Slow Food nel corso della sua storia più che ventennale ha cambiato profondamente il concetto di gastronomia, consolidandone il significato di scienza direttamente connessa alla conoscenza e alla protezione dell’ambiente. Oggi l’organizzazione di Slow Food è impegnata quotidianamente nel mondo per diffondere i valori di un’alimentazione buona, pulita e giusta. A tutti costoro io dedico questo prestigioso premio, e li ringrazio».

I premiati, ha detto Achim Steiner nel corso della cerimonia, «sono leader capaci di stimolare il cambiamento e guardare lontano. Il loro merito è aver dimostrato e continuare a dimostrare che la determinazione politica, le idee innovative e le soluzioni creative sono essenziali per elaborare e tradurre in pratica politiche e iniziative ambientali efficaci in tutto il mondo».

Assieme a Carlo Petrini sono state premiate altre sette personalità, tra le quali il Commissario europeo per l’Ambiente Janez Potočnik, al quale è stato riconosciuto il suo impegno nel cambiare l’approccio al modello globale di consumo di risorse, inserendo tra gli obiettivi UE-2020 il dimezzamento dello spreco alimentare.

Per saperne di più sulle iniziative e campagne di Slow Food International: www.fondazioneslowfood.it.

(Red)

Foto: hghoffman/flickr

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google