Corte vieta a TV Markiza di trattare del finanziamento dell’ospedale di Malacky

La tv privata Markiza ha ricevuto un’ingiunzione dal Tribunale distrettuale di Malacky che le impedisce di trattare il tema del finanziamento del locale ospedale di Malacky fino alla conclusione di una vertenza connessa. La corte ha approvato la proposta presentata dalla società proprietaria dell’ospedale, e ha stabilito che Markiza deve astenersi dal produrre e diffondere servizi e notizie a seguito dei precedenti servizi della giornalista Barbora Demesova dal titolo “La regione di Bratislava dà milioni a una società privata” e [il governatore] “Freso scappa alla vista della nostra telecamera” andati in onda sul canale tv. Inoltre, Markiza ha dovuto rimuovere dal sito un servizio giù andato in onda e in seguito disponibile online.

La decisione, sottolineava il giornale Sme, ha suscitato un vespaio di reazioni, come quella dell’ex anchorman di Markiza ed ex Ministro della Cultura Daniel Krajcer, che l’ha definita scandalosa e oltraggiosa, e un livello senza precedenti di censura che viola la libertà di stampa. Hanno protestato per la decisione anche il Sindacato slovacco dei giornalisti (SSN) e lo stesso governatore regionale Pavol Freso, che pure era citato nei servizi. La presidente del sindacato ha affermato che in questo modo la magistratura conferma di essere indipendente – ma indipendente dalla legge e dal diritto dei cittadini. Mentre Freso, che è anche leader del partito SDKU, ha avvertito che tale decisione è «una inaccettabile interferenza con la libertà di parola, che è uno dei diritti fondamentali di una moderna società democratica».

L’ospedale di Malacky ha chiesto alla regione di ripianare le sue perdite per garantire i servizi di pronto soccorso, una somma che potrebbe arrivare a 3 milioni di euro per tre anni.

(Fonte Sme)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.