Analisti: un Parlamento con 100 deputati non sarebbe rappresentativo

Uno dei quesiti del referendum indetto per il prossimo 18 Settembre, sostenuto da Libertà e Solidarietà (SaS), riguarda la riduzione del numero di deputati nel Parlamento slovacco dagli attuali 150 a 100. Anche se il pubblico tende a reagire positivamente a tale idea, molti esperti non sono d’accordo. SaS sostiene che una riduzione del numero di deputati renderebbe il Parlamento più efficiente, riducendone le spese, e aumenta la responsabilità dei partiti nella nomina dei candidati alle elezioni. Inoltre incrementa la concorrenza per le candidature.

Il sociologo Martin Slosiarik pensa però che avere 150 deputati comporta anche una minore rappresentanza delle regioni. L’avvocato Peter Kresak chiede se un Parlamento da 100 seggi offra adeguate occasioni di rappresentanza dei partiti minori. Gli altri partiti della coalizione non sono entusiasti della proposta di SaS, motivo per cui questa non è stata inclusa nel programma di coalizione.
Il Parlamento slovacco ha 150 membri dal 1968, quando il numero fu fissato da una legge costituzionale della ex Cecoslovacchia. Altri paesi in Europa, con livelli di popolazione simile a quello della Slovacchia (circa 5,5 milioni) tendono ad avere almeno 150 o anche più membri nel Parlamento. La Danimarca con i suoi 5,5 milioni di abitanti ha 179 deputati, mentre la Finlandia con 5,3 milioni di persone ha ben 200 legislatori.

(Fonte Pravda)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google