Greenpeace: denuncia al Procuratore generale sulla decisione UJD per Mochovce

Greenpeace Slovensko si è rivolta all’Ufficio del Procuratore generale contro la decisione dell’Ufficio di supervisione nucleare (UJD) di continuare i lavori di completamento del terzo e quarto blocco della centrale nucleare di Mochovce, ritenendo che tale risoluzione sia stata adottata in violazione di legge. Gli argomenti che l’UJD aveva citato per continuare la realizzazione di questo progetto (di “urgente interesse pubblico”, il cui stop avrebbe comportato danni irreparabili, secondo l’autorità), nonostante la sentenza di annullamento dell’autorizzazione decretata dalla Corte Suprema a luglio, afferma Greenpeace, sono artificiosi e privi di fondamento. Gli attivisti avrebbero confutato tali argomenti nella loro denuncia al PG.

La Corte Suprema aveva deciso di annullare la decisione del 2008 di UJD, che dava il via libera al completamento dei lavori di costruzione, con l’obbligo di ricominciare il processo di autorizzazione. Secondo i giudici, l’UJD non aveva informato debitamente e coinvolto nel processo decisionale le organizzazioni ambientali e la cittadinanza, ai sensi della Convenzione di Aarhus.

(Red)

Foto: Greenpeace Slovensko (dalla pagina facebook)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.