Il Parlamento non discuterà della relazione dell’Ombudsman sui rom

Il Presidente del Parlamento Pavol Paska non ha inserito all’ordine del giorno delle presente sessione parlamentare la relazione speciale del Difensore civico Jana Dubovcova relativamente alla possibile violazione dei diritti e libertà fondamentali da parte della polizia nei confronti di comunità rom, come era invece previsto, essendo la proposta stata sostenuta solo da 65 deputati. Si tratta, spiegavano i deputati di opposizione Lipsic e Zitnanska, della prima relazione di quell’ufficio negli ultimi 12 anni. Allo stesso modo, non sarà parte della discussione in questa tornata nemmeno l’ultima relazione sul dossier Gorila, la presunta trascrizione delle registrazioni effettuate dal servizio di intelligence SIS di conversazioni tra importanti uomini politici e uomini d’affari in un appartamento di Bratislava.

La Dubovcova si è detta dispiaciuta, perché, ha scritto Tasr, la situazione trattata nella sua relazione, in particolare la violazione del diritto fondamentale all’istruzione di un gran numero di bambini di famiglie molto povere, sarebbe potuta cambiare nel giro di qualche anno se il Parlamento avesse adottato misure in modo tempestivo.

(Red)

Foto: nrsr.sk

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.