Ex poliziotto stermina la famiglia a Bystricka e poi si uccide

Un ex agente di polizia è sospettato di aver ucciso le sue due figlie e la loro zia prima di essersi tolto la vita. Il fatto sarebbe stato scoperto martedì 3 settembre nel villaggio di Bystricka (distretto di Martin, regione di Zilina), nel nord-ovest della Slovacchia. A darne la notizia per primo è stato il canale televisivo Markiza nel telegiornale della sera. L’uomo, in fuga, veniva dato per armato e pericoloso, e con presunti istinti suicidi. All’alba del giorno dopo, in effetti, Martin Káňava, 49 anni, è stato ritrovato morto poco lontano, tra Bystricka e Turciansky Peter, senza aver apparentemente lasciato messaggi sul perché del suo atto, e dopo che nella notte la polizia era riuscita a parlargli al telefono. Quando si è sparato in testa, alle cinque del mattino nel bosco, la polizia gli era ormai molto vicina.

Káňava ha sparato alla testa alle figlie Martina e Veronica, di 13 e 15 anni, e alla zia 84enne. La scoperta è venuta in seguito all’assenza delle ragazzine da scuola (iniziata lunedì 2 settembre) che ha fatto partire le ricerche, concluse drammaticamente con il rinvenimento dei corpi in una pozza di sangue. Nella telefonata con la polizia, l’uomo avrebbe detto di aver compiuto gli omicidi nella giornata di sabato.

(Red)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google