Il capo della Duma russa in Slovacchia per il 69° anniversario di SNP

Sergey Yevgenyevich Naryshkin, Presidente della Duma dell’Assemblea Federale Russa ha adempiuto una visita ufficiale in Slovacchia di due giorni. Mercoledì 28 agosto ha visto, al Castello di Bratislava, il suo omologo a capo del Consiglio Nazionale della Slovacchia Pavol Paska, e poi al palazzo presidenziale ha incontrato il Presidente Ivan Gasparovic.

Nell’incontrare la folta delegazione moscovita, Paska ha sottolineato che la Russa non deve temere che gli slovacchi possano perdere la memoria e trascurare chi li ha liberati [dall’oppressione nazista-ndr], anche in un momento nel quale, ha notato, ci sono tendenze a distorcere la storia. Rispondeva in questo modo a Naryshkin che ringraziava per il modo in cui le istituzioni slovacche si prendono cura dei monumenti che ricordano i soldati russi uccisi nel corso dell’Insurrezione nazionale slovacca (SNP) del 1944, la cui commemorazione è la ragione principale della visita di Naryshkin.

La cooperazione in corso tra la Russia e la Slovacchia, ha ricordato Paska, è stata ed è intensa, e così spera sarà in futuro. È stata basata su un solido legame di amicizia, ha ribattuto Naryshkin, e noi siamo interessati a espanderla in tutti i settori, sottolineando che molto apprezzate da parte russa sono le relazioni in campo culturale, politico e umanitario.

L’Insurrezione nazionale slovacca, di cui si è celebrato ieri il 69esimo anniversario, “è stata una pietra miliare nella storia della seconda guerra mondiale e un grande contributo alla vittoria sul fascismo”, ha detto il funzionario russo, e l’ottimo stato delle relazioni tra gli archivi storici e gli storici attivi nei due paesi lascia credere che in vista del 70esimo anniversario del SNP questi studiosi si potranno dedicare a proteggere insieme la memoria di quegli eventi.

Tra le altre questioni discusse dai due funzionari vi sono stati argomenti come i grandi progetti di investimento (non ultima sicuramente la ferrovia a scartamento largo che la Russia vuole far arrivare a Vienna attraverso la Slovacchia), ma anche l’obbligo del visto tra l’UE e la Federazione Russa, la cooperazione economica e la sicurezza energetica.

Nella conferenza stampa congiunta, Naryshkin ha detto che un intervento militare in Siria non porrà fine alla crisi in quel paese, ma sarà piuttosto un grande sacrificio per i civili e danneggerà il lavoro svolto delle Nazioni Unite e dalla comunità internazionale. Il Presidente della Duma ha ricordato come la comunità mondiale ancora ricorda le ragioni dell’intervento internazionale in Iraq, basate su dati e notizie costruite ad arte, e le sue tragiche conseguenze.

Naryshkin ha poi visto anche il Primo Ministro slovacco Robert Fico con il quale ha parlato delle relazioni bilaterali tra la Slovacchia e la Federazione Russa e la creazione di reti in aree di comune interesse.

(Red)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google