Enti locali, debito Zilina all’85%, Bratislava al 42%. A Modra la stella della buona amministrazione

Considerando il debito per abitante, Zilina è la città più indebitata in Slovacchia con 488 euro pro capite alla fine del 2012. Citando un’analisi dell’istituto Ineko, il quotidiano Sme scriveva venerdì che il comune aveva un debito di 40 milioni alla fine dello scorso anno, una somma pari all’85,6% del reddito comunale, un livello ben superiore al limite previsto dalla legge sulla responsabilità dei bilanci della Pubblica amministrazione.

Se oggi Zilina non è in grado di sottoscrivere nuovi prestiti, e i progetti di sviluppo sono stati sospesi, in realtà l’amministrazione locale è soddisfatta di vedere un miglioramento costante nei conti di bilancio, e per essere riuscita fino ad ora a pagare i propri debiti relativi alla costruzione di una zona residenziale per la casa automobilistica Kia. Nel 2010, la situazione di debito era al 130%.

Delle 138 città e cittadine slovacche valutate nell’analisi, anche Myjava (regione di Trencin) ha superato la soglia del 60% indicata come massimo dalla legge. Il suo debito era al 63% delle entrate del comune, con 359 euro a carico di ognuno dei suoi residenti. Bratislava ha un debito pubblico al livello del 42,27% (325 euro per abitante), e 13 città sono completamente libere dai debiti. Un’isola felice, secondo gli analisti, è la cittadina di Modra, nella regione di Bratislava, che è il comune finanziariamente più sano in Slovacchia.

(Red)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.