Finanze pubbliche: pronta bozza bilancio, possibile sforamento del tetto del 3% del PIL

Da quel che si legge nella prima bozza del bilancio delle amministrazioni pubbliche per il 2014, il governo slovacco ha un pochino ammorbidito i termini del suo programma di consolidamento finanziario. Il documento, uscito mercoledì dal Ministero delle Finanze, mostra che l’obiettivo di deficit pubblico per il prossimo anno è stato fissato al 2,9% del prodotto interno lordo, mentre il bilancio di quest’anno aveva stabilito di portarlo al 2,4%. Il disavanzo dovrebbe poi scendere gradualmente nel 2015 al 2,57% del PIL, e all’1,5% nel 2016. Per realizzare il target del 2014 il gabinetto socialdemocratico dovrà recuperare oltre 700 milioni di euro.

Sono previsti tagli alla spesa corrente, con la riduzione delle organizzazioni della P.A., e una maggiore lotta all’evasione fiscale. Non ci sono al momento informazioni dettagliate sulle manovre per ridurre il disavanzo, che dovrebbero essere decise nelle riunioni di settembre sui singoli capitoli di bilancio. Il ministro Kazimir continua tuttavia a negare che possano essere aumentate tasse o balzelli.

Il Ministero delle Finanze avverte nel documento che a causa della situazione economica generale c’è il rischio che il deficit delle finanze pubbliche quest’anno possa sforare al 3,04% del PIL, e quindi superare il limite del 3% fissato dalla regole di bilancio europee. Secondo il dicastero, i maggiori pericoli di sforamento vengono dalle amministrazioni regionali.

(Red)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google