Alcuni proverbi slovacchi su Spagna, Francia e Italia

Uno degli aspetti più affascinanti e divertenti quando si impara una nuova lingua è scoprirne i proverbi e le espressioni idiomatiche. Tra le espressioni idiomatiche che preferisco ci sono sicuramente quelle che riguardano altre culture, poiché a volte rivelano la percezione che quel Paese ha delle altre culture. Da questo punto di vista lo slovacco è una vera miniera d’oro, poiché le espressioni di questo tipo sono numerose e molto interessanti. In questo post ne vedremo 6: 2 sulla Spagna, 2 sulla Francia e 2 sull’Italia.

Španielska dedina
Questa espressione idiomatica, che letteralmente vuol dire “paesino spagnolo”, viene usata quando si vuol dire che con un determinato tema non si ha nessun tipo di familiarità o per indicare che qualcosa risulta di difficile comprensione, un po’ come in italiano diciamo “per me è arabo”.

Španielske vtáčiky
Letteramente questa espressione vuol dire “uccellini spagnoli”, ma in realtà si tratta di una ricetta a base di carne ripiena di verdure e uova.

Francúzske zemiaky
Contrariamente a quello che il nome potrebbe suggerire a chi conosce l’inglese, le “patate francesi” non sono le patatine fritte (in inglese French fries) ma patate al forno condite con salumi, formaggio e uova.

Francúzsky kľúč
L’utensile che in Italia chiamiamo “chiave inglese”, in slovacco attraversa la Manica e diventa “chiave francese”.

Talianska domácnosť
In questo caso si entra in pieno nel campo degli stereotipi, poiché questa espressione, che letteralmente vuol dire “casa italiana” viene usata per indicare una famiglia o un gruppo di persone in cui si comunica in maniera vivace e colorita, con toni tutt’altro che sobri e pacati.

Ty si Talian
E per finire la mia espressione idiomatica preferita: letteralmente vuol dire “tu sei italiano” ma viene usata per dire che una persona non è particolarmente perspicace o che non capisce una determinata cosa. Sembrerebbe che questa espressione all’inizio significasse semplicemente “non capisco quello che dici” e che risalga alla Grande Guerra, quando i soldati slovacchi combattevano al fianco degli italiani, ma non riuscivano a capire la loro lingua.

(Emanuela Cardetta, Interprete e traduttrice)

Foto: Španielske vtáčiky (toprecepty.sk)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.