Commissario UE Oettinger propone l’Unione Transatlantica dell’energia

Il Commissario UE all’Energia invita gli Stati Uniti d’America a rifornire di gas shale l’Europa, e ad inserire la questione nelle trattative per l’Unione Commerciale tra USA ed Unione Europea. Risvolti positivi anche sul piano ambientale.

L’Unione Transatlantica non solo come entità politica, ma anche come realtà energetica. Nella giornata di mercoledì 17 luglio il Commissario UE all’Energia, Gunther Oettinger, ha sostenuto la necessita di stringere le relazioni tra l’Unione Europea e gli Stati Uniti d’America in campo energetico. Come riportato in un discorso pubblico al Centro di Studi Strategici di Washington, Oettinger ha sottolineato come lo sfruttamento di gas shale negli USA possa caratterizzare un’opportunità per diversificare le fonti di approvvigionamento di oro blu dell’Unione Europea.

Oettinger ha anche illustrato la necessita per l’UE di importare shale dagli USA non solo per ridurre una dipendenza europea dalle forniture estere, che, secondo le stime ufficiali, è destinata ad aumentare vertiginosamente, ma anche per abbattere le emissioni inquinanti, come dichiarato di recente dal Presidente statunitense, Barack Obama.

Per questa ragione, Oettinger ha ritenuto opportuno inserire la cooperazione energetica all’interno delle trattative per il varo della Zona di Libero Scambio USA-UE, ed ha invitato gli statunitensi ad aiutare gli europei nello sfruttamento dei giacimenti di shale ubicati nel Vecchio Continente. «USA ed UE hanno comuni valori in campo energetico, che devono essere fissati nella partnership per la Zona di Libero Scambio che stiamo negoziando attualmente – ha dichiarato Oettinger – Dobbiamo sviluppare un più forte set di regole che consenta di affrontare il mercato globale».

Il commissario si è anche soffermato sul ruolo della Russia, il primo fornitore di gas dell’Europa, ed ha sottolineato la necessità di diminuire la dipendenza dagli approvvigionamenti di Mosca mediante un’intensificazione della diversificazione delle forniture di gas.

Infine, Oettinger ha anche apprezzato l’ingresso dell’Ucraina nella Comunità Energetica Europea nel 2011, un passo che rende ora possibile forti relazioni tra enti ucraini e operatori statunitensi ed europei impegnati nello sfruttamento dello shale.

Il discorso di Oettinger va nella giusta strada, in quanto l’UE e gli USA necessitano la costituzione dell’Unione Transatlantica per rafforzare la posizione dell’Occidente in un mondo sempre più globalizzato.

L’Unione Transatlantica permette non solo la difesa dell’Occidente dall’aggressività economica della Cina e da quella energetica della Russia, ma anche la diffusione dei valori della cultura occidentale, come Democrazia, Diritti Umani, Libero Mercato e Libertà di Stampa.

(Matteo Cazzulani)

Foto: misternaxal/flickr.com

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google