Ong slovacche, appello al Ministro della Salute contro l’aborto in pillola

I rappresentanti di 26 organizzazioni non governative hanno scritto una lettera a Zuzana Zvolenska, Ministro della Salute della Repubblica Slovacca, chiedendole di intraprendere i passi necessari per annullare la registrazione nel Paese dei prodotti abortivi chimici Mifegyne e Medabon, in quanto «l’uso di questi preparati abortivi è in contraddizione con varie leggi attualmente in vigore». Le Ong esortano il ministro a non «cedere alle pressioni per accettare normative che sarebbero in contrasto con l’attuale sistema legale in Slovacchia». Allo stesso tempo, i rappresentanti delle associazioni rivolgono un appello per dar vita a un ampio dibattito pubblico su questo tema con la partecipazione di esperti di bioetica, questioni pro-vita e medicina, per rendere il dibattito «equilibrato e aperto sotto ogni aspetto». Nella lettera del 2 luglio scorso si esprime la speranza che il governo «modifichi la sua decisione in merito alla registrazione dei prodotti abortivi dello scorso anno ed eviti errori simili in futuro».

(Fonte agensir.it)

Foto_ gabi_menashe@flickr

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.