Caso Gorila: maggioranza slovacchi non credono che sarà indagato a fondo

La grande maggioranza degli slovacchi ritiene che i pubblici ministeri non riusciranno a indagare e dunque a venire a sentenza nel caso Gorila – l’affare di corruzione che è venuto alla luce alla fine del 2011 con la pubblicazione di documenti che sarebbero le trascrizioni di intercettazioni dei servizi segreti di incontri privati tra politici slovacchi e uomini d’affari. Lo scandalo che ne sorse, a pochi mesi dalle elezioni politiche anticipate che si tennero nel marzo 2012, mostrò una vasta rete di interconnessioni tra mondo degli affari e partiti politici nel secondo governo Dzurinda (2002-2006) che indignò i cittadini, sdegno che diede per qualche tempo vita a proteste di piazza un po’ in tutto il paese, anche se di dimensioni assai ridotte rispetto a quanto ci si sarebbe potuto aspettare.

I risultati di un sondaggio dell’agenzia MVK fatto a inizio di luglio dicono che oltre il 40% dei 1.077 intervistati ha detto di credere fermamente che l’indagine sarebbe fallita, mentre il 33,6% era convinto che l’indagine “probabilmente” non avrebbe portato risultati. Solo il 4,4% delle persone sentite crede in un sicuro successo delle autorità giudiziarie e il 9,1% suppone che l’indagine abbia buone probabilità di concludersi positivamente.

La maggior differenza rispetto a una simile indagine fatta 18 mesi fa – quando il caso era bollente e la gente manifestava in piazza – è nel numero di coloro che erano sicuri che non si avranno risultati, che sono aumentati a dismisura.

Lo scandalo Gorila provocò un piccolo terremoto in particolare all’interno dell’elettorato di SDKU-SD, il partito dell’ex Premier Mikulas Dzurinda, che a malapena riuscì a superare la soglia di sbarramento del 5% alle elezioni della primavera 2012. Pochi mesi dopo anche Dzurinda, dopo dodici anni di potere e la guida di due governi, dovette cedere il timone dell’Unione democratica e cristiana slovacca, partito nato nel 2000 dall’unione di diverse piccole formazioni di destra. Dal maggio 2012 il nuovo leader di SDKU è il governatore della Regione di Bratislava Pavol Freso.

(Red, Fonte Tasr)

(foto_aktuality-sk)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google