Ministero Ambiente: in Slovacchia c’è acqua da esportazione

In un articolo nell’edizione di oggi, il quotidiano finanziario Hospodarske Noviny scrive di una proposta di legge del Ministero dell’Ambiente che vorrebbe rendere l’acqua delle sorgenti slovacche un articolo da esportazione, tassato fino al 40%. Se cinque anni fa lo stesso Premier di oggi, Robert Fico, aveva dichiarato che lo Stato “non può rinunciare” al controllo di tale ricchezza strategica, scrive il giornale, ora, con la nuova legge, il governo potrà avere mano libera nel cedere l’acqua ad aziende che la potranno esportare all’estero. Chi, ancora non è chiaro.

La normativa, sottolinea HN, è unica nella regione dell’Europa centrale, e gli analisti prevedono che l’interesse per l’acqua slovacca all’estero potrebbe essere molto alto. La Slovacchia, grazie alle sue montagne, ha risorse idriche in grande quantità, che sono oggetto di interessamento di diverse imprese straniere, dice l’attivista ambientale Dusan Lucansky, e queste aziende finiranno per rubare ai cittadini slovacchi l’utilizzo delle risorse di acqua potabile del Paese.

Gli attivisti si sono mobilitati contro il progetto governativo, avviando una petizione ed esigendo il rispetto della direttiva quadro sulle acque dell’Unione Europea, nella quale si afferma che l’acqua non deve essere considerata un prodotto commerciale ma piuttosto un patrimonio nazionale.

(Fonte HN)

foto PhilippePut@flickr

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.