Banca Nazionale: inflazione rallentata grazie ad abolizione tassa sui mutui

La Banca Nazionale della Slovacchia (NBS) ha commentato ieri gli ultimi dati sull’inflazione di giugno, spiegando che la decelerazione all’1,6% su base annua (0,1 punti percentuali sul mese precedente) è in linea con le sue ipotesi, ed è principalmente dovuta all’aumento dei prezzi dei prodotti alimentari non trasformati e delle merci ad eccezione dei carburanti. Sono invece diminuiti i prezzi dei servizi di mercato dopo la soppressione del canone di amministrazione dei conti relativi ai mutui immobiliari, voce che ha contribuito alla riduzione dell’inflazione con 0,2 punti percentuali. Se l’addebito non fosse stato rimosso dalle banche, l’inflazione al netto sarebbe leggermente aumentata.

Secondo NBS i prezzi nei negozi sono attesi in crescita nei mesi a venire, ma ad un ritmo inferiore. Le stime della banca danno un’inflazione a fine 2013 all’1,5%. Tra le ragioni, anche il buon raccolto di granaglie previsto nel Paese nel 2013. Ad influenzare i prezzi al consumo rimangono comunque la moderata crescita salariale e una domanda interna ancora debole.

(Fonte NBS)

Foto: la Banca Nazionale Slovacca

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.