Ministro Cultura: rimborso del 20% ai registi stranieri che filmano in Slovacchia

Il Ministero della Cultura slovacco intende modificare la legge per il Fondo audiovisivo con l’obiettivo di attirare maggiormente i registi stranieri a girare i loro film in Slovacchia. Se infatti molti produttori e registi si dirigono verso le capitali dei paesi vicini, il ministero ha preso atto che difficilmente Bratislava è meta delle lavorazioni dei cineasti stranieri.

L’emendamento in esame acconsentirebbe alle produzioni che spendono un minimo almeno 2 milioni di euro nel Paese per girare le loro pellicole di poter chiedere un rimborso pari al 20% al Fondo audiovisivo. La mossa, secondo il ministro Marek Madaric, che ha detto di essersi ispirato a simili agevolazioni nei paesi vicini, sarebbe vantaggiosa per le casse pubbliche, la creazione di posti di lavoro e lo sviluppo dei servizi. Aiuterebbe anche a porre le basi per uno sviluppo delle infrastrutture mancanti nel settore audiovisivo, al tempo stesso favorendo la promozione della Slovacchia.

Per ottenere l’incentivo, le produzioni cinematografiche dovranno passare un ‘test culturale’, ottenendo almeno 24 punti su 48, e avere certe caratteristiche. Sì a film, documentari o film d’animazione di almeno 70 minuti o serie di almeno 40 minuti a episodio, no a porno o a pellicole che incitano alla violenza.

(Red)

foto_Invisible Films @ flickr)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google