Una mostra archeologica a Nitra rievoca le origini del cristianesimo in Slovacchia

Si è aperta il 4 luglio a Nitra la mostra archeologica “Le origini del cristianesimo in Slovacchia”, che rimarrà visitabile presso la Cattedrale – Basilica di S. Emeram fino alla fine di agosto. Organizzata dal Vescovado di Nitra insieme all’Istituto Archeologico di Nitra, la mostra presenta ritrovamenti archeologici che documentano le prime tracce della fede cristiana nella regione, come ha sottolineato Matej Ruttkay, direttore dell’Istituto Archeologico, iniziando dai tempi dell’impero romano fino ad arrivare all’epoca della Grande Moravia, con molte nuove scoperte ancora inedite a cavallo tra l’VIII e il IX secolo.

Per i visitatori ci sarà l’opportunità di ammirare un originale del libro più antico della Slovacchia – l’Evangelario di Nitra – e molti altri oggetti preziosi che sono esposti per la prima volta. La mostra, ha informato Ruttkay, è un’anteprima di una esposizione più grande che si terrà alla fine di quest’anno presso i Musei Vaticani a Roma. La maggior parte degli oggetti esposti sono antichi originali, tranne alcuni che provengono dalla Moravia, i cui originali arricchiscono una simile rassegna che si tiene in contemporanea a Brno. La mostra slovacca è comunque una collezione unica di pezzi storici principalmente risalenti al IX secolo che vuole celebrare il 1150° anniversario dell’arrivo dei santi Cirillo e Metodio nella regione della Grande Moravia (863-2013).

(La Redazione)

Nella foto tkkbs-sk: l’inviato pontificio Card. Rodé visita la mostra a Nitra.

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.