Csatary formalmente accusato di crimini di guerra a Kosice, entro 3 mesi il processo

Il pubblico ministero ungherese ha accusato il 98enne ungherese Laszlo Csatary di aver partecipato a crimini di guerra nazisti. Csatary, che è in stato di arresto (ai domiciliari) a Budapest dallo scorso anno, è accusato di aver collaborato nella deportazione, e conseguente sterminio, di 15.700 ebrei dalla città di Kassa (oggi Kosice, in Slovacchia) durante la seconda guerra mondiale. L’uomo, che nel 1944 era in servizio come ufficiale di polizia nella città (allora ungherese) occupata dalle forze tedesche, e che avrebbe supervisionato le deportazioni verso il campo di sterminio polacco di Auschwitz, continua a negare le accuse, e insiste a dire che lui è soltanto stato un intermediario tra funzionari ungheresi e tedeschi e che non è stato coinvolto in alcun crimine di guerra.

Csatary è stato rintracciato lo scorso anno da giornalisti del quotidiano britannico The Sun, che hanno seguito le indicazioni del centro Simon Wiesenthal di Gerusalemme, noto per la strenua caccia ai criminali nazisti che porta avanti da decenni. Csatary era in cima alla lista dei criminali ancora in vita ricercati dal centro. Testimonianze raccolte dai tribunali slovacchi dopo la guerra raccontano di un uomo che, dalla sua posizione di capo di un campo di internamento a Kosice, batteva gli ebrei a mani nude e con una guinzaglio per cani.

La dichiarazione d’accusa degli ungheresi, riportata dalla BBC, dice che «Con le sue azioni, Laszlo Csatary … intenzionalmente forniva aiuto per le esecuzioni illegali e le torture commesse contro gli ebrei deportati nei campi di concentramento … da Kosice». Ora il processo contro di lui dovrebbe iniziare nel giro di 90 giorni.

Nel 1948 un tribunale cecoslovacco condannò Csatary a morte, in contumacia, per aver torturato ebrei. Dopo la guerra fuggì in Canada, dove lavorò come mercante d’arte a Montreal e Toronto. Da lì scomparve nel 1997 dopo essere stato privato della sua cittadinanza canadese dalle autorità che avevano scoperto il suo passato.

A Kassa venne istituito il primo ghetto ebraico sul territorio ungherese, in seguito all’occupazione tedesca del paese nel 1944.

(La Redazione)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google