Parlamento Europeo: la Slovacchia mantiene i suoi 13 seggi anche nell’UE a 28

La Slovacchia manterrà i suoi 13 seggi al Parlamento Europeo anche dopo l’ingresso della Croazia, il 1° luglio di quest’anno, nell’Unione Europea. Per le prossime elezioni europee della primavera 2014, dunque, nulla cambierà per i partiti slovacchi, a seguito di una redistribuzione dei mandati nella nuova UE a 28 paesi, avvenuta il 12 giugno.

Gli europarlamentari hanno approvato in quella occasione una proposta presentata dalla Commissione UE  secondo la quale 12 degli stati membri sono previsti perdere un mandato ciascuno dopo il voto del prossimo anno. Si tratta di Austria, Belgio, Bulgaria, Repubblica Ceca, Grecia, Ungheria, Irlanda, Lituania, Lettonia, Portogallo e Romania. La Germania, da parte sua, perderà tre seggi. La proposta approvata comporterà anche l’acquisizione di posti in più agli stati non soci.

Il numero globale di deputati al Parlamento viene dunque fissato a 751, in linea con il Trattato di Lisbona e con le condizioni di accesso della Croazia alla UE e il numero massimo di seggi per ogni paese a 96. Questi cambiamenti saranno discussi dai primi ministri e presidenti al vertice in programma a fine giugno a Bruxelles.

La Slovacchia perse un seggio al Parlamento Europeo nel 2009, a seguito dell’inclusione della Bulgaria e della Romania nel 2007, scriveva ieri l’agenzia Tasr.

(Red)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google