Procuratore generale, Fico: nulla osta a una nuova elezione

Secondo quanto ha annunciato il Primo Ministro Robert Fico nel Consiglio dei Ministri di mercoledì, il Parlamento slovacco dovrà presto eleggere un nuovo candidato per la posizione di Procuratore generale della Repubblica Slovacca. L’elezione dovrebbe avvenire, a suo parere, nel corso della prossima sessione ordinaria. L’annuncio è venuto dopo che nella stessa riunione il Consiglio è stato informato che la Corte Costituzionale ha sospeso con un’ingiunzione l’entrata in vigore dell’emendamento approvato recentemente in Parlamento dalla maggioranza Smer proprio per uscire dalla situazione di stallo presso la Corte Costituzionale. In seguito a diverse obiezioni di parzialità arrivate dalle due parti in causa – intentata dall’eletto Procuratore generale Jozef Centes contro il Presidente della Repubblica Ivan Gasparovic per non volerlo nominare – i giudici della corte sono stati esclusi tutti tranne uno, bloccando di fatto il tribunale che per decidere alcunché necessita di un panel composto da almeno tre magistrati.

Fico ha detto ieri che «non vi è alcun ostacolo giuridico per cui il Parlamento non possa eleggere un [nuovo] candidato alla Procura generale». Il Presidente del Parlamento Pavol Paska ha nel frattempo già fissato la data per le elezioni, il 13 giugno, termine anche per la presentazione delle candidature. Eleggere un nuovo Procuratore prima che la corte fornisca un verdetto nel caso, sostiene Jan Figel del partito di opposizione KDH, è una grave violazione di costituzionalità. Del resto, ha detto, c’è già un candidato: Jozef Centes. Ogni altra ipotesi viola il ruolo della Corte Costituzionale.

(Red)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.