Sondaggio Polis: i neoliberali di SaS sotto la soglia di sbarramento, SDKU migliora visibilmente

Un sondaggio condotto dall’agenzia Polis conferma per la terza volta in pochi giorni che il partito Libertà e Solidarietà (SaS) è incappato in grane serie con i suoi elettori di riferimento. La fuga dal partito neoliberale di un certo numero di membri di rilievo e di parlamentari poche settimane fa, a causa di una seria diversità di vedute con il fondatore Richard Sulik, ha fatto perdere una buona parte del suo appeal a questa formazione che rischierebbe di rimanere  fuori dal Parlamento nel caso ci fossero immediate elezioni. Nato nel 2009, SaS ha fatto un exploit importante nelle elezioni generali del 2010, raggiungendo oltre il 12% di consensi, entrando al governo con un certo peso specifico e agguantando la terza carica dello Stato, la presidenza del Parlamento assegnata al suo leader. Ma oggi i sondaggi lo danno sotto la linea di galleggiamento del 5%, la quantità minima di voti per ottenere seggi nella camera parlamentare: nel sondaggio Polis di fine maggio avrebbe preso soltanto il 3,4%, risultato non dissimile da altre indagini recenti delle agenzie Focus e MVK.

Il 41,5% dei 1.309 intervistati hanno scelto ancora una volta il partito del Premier, Smer-SD, mentre il Movimento Democratico Cristiano (KDH) si conferma il primo dell’opposizione con il 9,1%, poco più avanti dell’Unione democratica e cristiana slovacca (SDKU) che avrebbe l’8% dei voti, uno dei risultati migliori da un anno a questa parte. Al quarto posto Most-Hid (7,7%), che  precede Gente Comune e Personalità Indipendenti (OLaNO / 7%), e il partito di nuova costituzione Nuova Maggioranza-Accordo (5,7%), recentemente costituito con l’integrazione nella formazione fondata pochi mesi da da Daniel Lipsic dei fuoriusciti di SaS.

(Fonte Sita)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google