Ocse: previsioni sul PIL della Slovacchia riviste al ribasso quest’anno

L’economia slovacca nel 2013 crescerà ad un ritmo sotto all’1%, secondo la stima della Banca Centrale Slovacca (NBS), condivisa dall’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE), che ha rivisto al ribasso la sua previsione di crescita del PIL della Slovacchia per l’anno in corso allo 0,8%, dal 2% che gli analisti dell’OCSE si attendevano nella relazione di valutazione dello scorso anno. Una moderata ripresa è poi prevista nel 2014, quando il PIL dovrebbe crescere del 2%.

Il difficile contesto esterno, e il consolidamento fiscale che deprima la domanda interna sono gli elementi che hanno fatto rivalutare la prognosi dell’OCSE, malgrado l’istituto ritenga che l’export della Slovacchia salirà quest’anno grazie al rafforzamento del commercio mondiale e alla graduale ripresa nella Zona Euro. Il consumo interno è invece in stallo, a causa della crescente disoccupazione, la bassa crescita dei salari e il riequilibrio del deficit del bilancio pubblico.

L’OCSE evidenzia anche dei suggerimenti per il governo slovacco, che dovrebbe concentrarsi in un migliore utilizzo dei fondi strutturali dell’UE , rinforzando le politiche attive del mercato del lavoro così che la disoccupazione ciclica non diventi strutturale.

La debole crescita provocherà secondo l’OCSE anche un ulteriore aumento della disoccupazione, che quest’anno potrà arrivare al 14,6%, a nel 2014 al 14,7%. Porterà tuttavia anche un rallentamento della crescita dei prezzi. L’inflazione è prevista scendere all’1,7% nel 2012, e calare di altri 0,1 punti percentuali il prossimo anno.

(Fonte Sita)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.