Václav Havel: creato un Premio Internazionale del Consiglio d’Europa per i diritti umani

Il 25 marzo scorso è stato sottoscritto a Praga, nella sede del Ministero degli Affari esteri della Repubblica Ceca, un accordo per la creazione di un Premio Internazionale di Václav Havel per i Diritti Umani, gestito a livello europeo dall’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa. La sigla del patto ha visto la presenza del Ministro ceco Karel Schwanzenberg, rappresentanti dell‘Assemblea del Consiglio d’Europa, la Biblioteca di Václav Havel e la Fondazione Charta 77.

L’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa è l’organo statutario di questa organizzazione intergovernativa per i diritti umani, la più antica in Europa, la cui missione fondamentale consiste nella tutela del rispetto dei diritti umani, della democrazia e dello Stato di diritto in Europa. Essa è composta di una rappresentanza parlamentare di 47 paesi europei che rappresenta 800 milioni di persone del continente europeo.

L’Accordo firmato prevede l’assegnazione ogni anno del premio, congiuntamente da parte dell‘Assemblea parlamentare, della Biblioteca di Václav Havel e della Fondazione Charta 77 a una persona o un ente non governativo che ha dato un contributo straordinario alla lotta per i diritti umani.

Pochi giorni fa, l’Assemblea ha lanciato la prima “call” per le candidature alla prima edizione del Premio di Václav Havel, da presentarsi entro il 30 giugno controfirmate da cinque personalità. Le candidature saranno vagliate nel corso di una riunione che avrà luogo simbolicamente a Praga nel mese di agosto con la selezione di tre finalisti, e la scelta del vincitore sarà fatta a fine settembre. Quest’anno l’onorificenza verrà di fatto consegnata in una cerimonia che si terrà il 30 settembre 2013 a Strasburgo, primo giorno della sessione di ottobre dell’Assemblea parlamentare. La Biblioteca in seguito organizzerà a Praga una conferenza internazionale con la partecipazione del vincitore del premio.

Il candidato vincitore riceverà un trofeo e un diploma per il contributo significativo alla lotta per i diritti umani, e una somma pari a 60.000 euro creata con contributi degli enti promotori, oltre che del governo della Repubblica Ceca.

(La Redazione)

Nella foto: Vaclav Havel con Alexander Dubcek nel 1989, © Justin Leighton

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.