Energia: è certo, EPH ha la minoranza in Stredoslovenska Energetika

Le voci riprese anche da noi la scorsa settimana riguardo al passaggio di mano della quota di minoranza in Stredoslovenska Energetika (SSE) dal gruppo francese EDF alla ceca Energeticky a prumyslovy Holding (EPH) si sono rivelate corrette. Electricité de France (EDF) ha infatti firmato l’accordo con EPH venerdì 24 maggio, e il prezzo il 49% delle azioni è stato stabilito in 400 milioni di euro, ricordavano ieri le agenzie di stampa. La quota era stata acquisita nel corso delle privatizzazioni del primo governo Dzurinda, nel 2000, al costo di 158 milioni di euro.

Una mossa questa che per EPH significa un forte rafforzamento della holding nel settore dei beni e servizi regolamentati, come ha suggerito lo stesso presidente del CdA Daniel Kretinsky, perseguendo strategicamente l’obiettivo di aumento l’offerta di energia elettrica in Slovacchia prodotta con proprie risorse, spingendo di far crescere significativamente la competitività sul mercato slovacco all’ingrosso dell’energia elettrica.

L’operazione di vendita del 49% delle azioni dovrà essere definitivamente confermata all’assemblea generale degli azionisti, così come da parte delle autorità per la concorrenza, e sarà perfezionata con la transazione nella seconda metà di quest’anno.

Un esperto di energia, Eduard Metke, ha detto a Tasr che lo Stato – azionista di maggioranza in SSE – dovrebbe in realtà essere preoccupato da questa acquisizione, e votare contro all’assemblea. La ragione, dice, è che SSE, come anche l’utility del gas SPP (di cui EPH ha acquisito il 49% pochi mesi fa) sono praticamente monopolisti nella fornitura di energia, e si corre il rischio che formino insieme un monopolio ancora più potente tale da influenzare gli aumenti dei prezzi nei confronti dei clienti.

(Red)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.