Politica: NOVA e i fuoriusciti di SaS si fondono in un nuovo soggetto di destra

Piccola rivoluzione sul lato destro della politica slovacca: il nuovo partito creato alla fine dello scorso anno dall’ex KDH Daniel Lipsic – Nuova Maggioranza / NOVA – si è recentemente ingrassato sul lato destro dello spettro politico con l’arrivo dei “rinnegati” di Libertà e Solidarietà (SaS). Dopo aver lasciato ad aprile il partito di Richard Sulik per divergenze soprattutto caratteriali (il capo non avrebbe una personalità proprio facile da digerire), i rappresentanti politici, tra i quali vi sono alcuni deputati che sono ora nel gruppo misto del Parlamento, che avevano costituito in fretta e furia intorno al proprio leader Jozef Kollar un proprio movimento (Accordo Liberale), hanno deciso di unirsi al partito di Daniel Lipsic, cambiando la denominazione della formazione che si chiamerà ora Nuova Maggioranza – Accordo con l’obiettivo di formare un’alternativa al partito di governo Smer.

Questo è un primo passo, a parere di Lipsic, per unire le forze di centro-destra in Slovacchia. Già ora il partito può contare su sette deputati – cinque ex SaS, e due ex KDH (Lipsic e Jana Zitnanska), ed è intenzionato a presentarsi per le elezioni europee del prossimo anno e le elezioni generali del 2016. Lipsic crede che la competenza in economia e nel governo del paese saranno uno dei pilastri del nuovo raggruppamento. La fusione sarà battezzata ufficialmente al congresso del 15 giugno prossimo.

(Red)

Nella foto: Daniel Lipsic, fondatore di NOVA

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.