Disoccupazione in Slovacchia al 14,41% nel mese di aprile

Il tasso di disoccupazione in Slovacchia ha raggiunto il 14,41% nel mese di aprile, scendendo di 0,27 punti percentuali rispetto al mese precedente. Lo ha annunciato il Ministro del Lavoro Jan Richter in una conferenza stampa ieri, esprimendo il desiderio di vedere questo dato scendere sotto al 14% entro la fine dell’anno.

La disoccupazione è scesa un po’ in tutte le regioni, con la diminuzione più visibile nella regione di Banska Bystrica (0,56%). La regione di Presov è ora l’unica regione ove il tasso di disoccupazione supera il 20% (20,52%). Il distretto con maggior incidenza dei senza lavoro rimane Rimavska Sobota (33,96%), mentre al contrario la Città Vecchia di Bratislava ha il tasso più basso (4,39%). Più della metà di tutti gli slovacchi senza lavoro (il 55,3%) sono disoccupati di lunga durata, da due o più anni. Il numero di giovani disoccupati (sotto ai 25 anni) è stato di quasi 76.400, oltre 24 mila dei quali sono diplomati o laureati.

Secondo un’analisi della Banca Centrale della Slovacchia (NBS), il calo di aprile del tasso ufficiale è in realtà dovuto al lavoro stagionale, come accade ogni primavera. Il dato depurato mostra invece un numero di disoccupati in lieve aumento di 0,1 punti percentuali, attestandosi al 14,5%.

In linea generale, gli analisti di NBS affermano che il processo di creazione di posti di lavoro sia rallentato, malgrado i segni di un risveglio dell’attività economica (vedi PIL e produzione industriale). La crescita economica, tuttavia, è insufficiente per incidere con un miglioramento nella creazione di posti di lavoro permanenti

(Red)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.