L’acciaieria US Steel Kosice torna in attivo

US Steel Kosice, filiale slovacca del gruppo siderurgico statunitense US Steel, ha chiuso lo scorso esercizio con un utile netto di 27,6 milioni, dopo un 2011 in rosso con perdite per 24,7 milioni di euro. Allo stesso tempo, le vendite dell’acciaieria sono scese da 2,605 miliardi di euro a quasi 2,480 miliardi nel 2012. Il ritorno all’attivo, si legge nel commento al bilancio della società, è dovuto alla diminuzione dei prezzi delle materie prime nel corso dell’anno passato e all’aumento del volume degli ordini, in parte compensati da un calo dei prezzi di vendita e dall’aumento dei prezzi dell’energia. Dalle linee produttive di US Steel Kosice, il maggior datore di lavoro della Slovacchia con circa 11 mila dipendenti diretti e alcune migliaia presso i fornitori locali, sono usciti 3,5 milioni di tonnellate di ghisa e 4 milioni di tonnellate di lastre nel 2012.

La situazione economica generale, unita alla fine delle esenzioni fiscali ottenute dal governo in passato e al combinato di costi energetici in crescita e normative ambientali più severe (dettate da Bruxelles) avevano fatto fare all’azienda serie considerazioni di lasciare il Paese e cedere lo stabilimento. L’applicazione delle norme ambientali obbliga l’azienda a sostituire entro il 2016 tre caldaie a carbone per spingere le turbine del suo impianto energetico.

Per evitare un ripensamento degli americani sul loro investimento slovacco, e mettere a rischio migliaia di posti di lavoro, al tempo stesso rischiando di vedere trasferire altrove la produzione in caso di cessione, il governo slovacco ha concesso a US Steel una riduzione delle tariffe energetiche e ambientali che andranno in qualche modo a compensare i maggiori costi della società per gli adeguamenti necessari. In cambio, US Steel ha garantito di rimanere in Slovacchia, nell’impianto della vecchia VSZ (Východoslovenské železiarne – Ferriera della Slovacchia orientale) che ha acquistato nel 2000. Insieme alle sue controllate e collegate, l’azienda è uno dei principali produttori di prodotti laminati piatti in Europa, che vengono forniti principalmente all’industria automobilistica, meccanica ed elettrotecnica.

(La Redazione, Fonte Sita)

Foto: usske.sk

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.