Greenpeace: corte appoggia la pubblicazione del rapporto UJD sulla costruzione di Mochovce

La Corte regionale di Bratislava ha confermato la validità delle obiezioni fatte da Greenpeace contro l’Autorità di supervisione nucleare (UJD) sul trattamento della sua valutazione di impatto ambientale (Via) per la costruzione della centrale nucleare di Mochovce. Gli ambientalisti, ha ricordato ieri Andrea Zlatnanska di Greenpeace Slovensko, avevano chiesto la pubblicazione per intero del rapporto preliminare di sicurezza redatto da UJD nel processo di Via, o quanto meno dei brani del rapporto non vincolati da riserva. Dopo questo verdetto, UJD ha comunque il diritto di ricorrere in appello.

Greenpeace è soddisfatta della sentenza, anche se si aspettava che la corte costringesse l’autorità nucleare a pubblicare le informazioni e a comunicarle al pubblico. La disputa con UJD iniziò nel 2010, quando l’ente ha rifiutato di condividere il rapporto preliminare di sicurezza con gli ambientalisti nella valutazione della costruzione del terzo e quarto blocco atomico che poi sono stati messi in opera a Mochovce. Ora Greenpeace si augura che dopo questo verdetto l’atteggiamento dell’autorità cambi.

(Red)

Fotografia: seas.sk

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.