La polizia slovacca ha trovato il più grande arsenale illegale di armi nella sua storia

La polizia ha rinvenuto dieci giorni fa in un garage a Bratislava e sotto il giardino di uno chalet nella regione Zahorie (a nord-ovest della capitale) un intero arsenale di armi ed esplosivi che appartengono al gruppo criminale Sykora. In mezzo al resto sono stati trovati nei due rifugi anche 260 chilogrammi di esplosivo industriale (oltre a un pacco di Semtex), e una quantità di granate, mitragliatrici, fucili d’assalto, penne a scatto che sparano proiettili calibro 22, carabine e armi anticarro lanciabombe. Tutto il materiale confiscato apparterrebbe al noto gruppo malavitoso Sykora, e si tratta del «più grande arsenale mai rinvenuto dalla polizia», come ha ammesso il suo stesso capo Tibor Gaspar.

Gran parte del gruppo criminale è già sotto chiave da qualche tempo, e a seguito del ritrovamento dei nascondigli gli inquirenti hanno fermato un uomo di 41 anni, Juraj H., ritenuto essere il custode dei depositi di armi, accusandolo di complotto, creazione e sostegno di gruppo criminale, oltre che per il reato di detenzione di armamenti illegali e traffico di armi.

Malgrado la richiesta di polizia e procura per tenere Juraj H. in custodia, il giudice a sorpresa non ha concesso il provvedimento.

(Red)

Foto: polizia anticrimine, dal sito mafian.sk

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.