SaS denuncia Grandwood per frode su aiuti di Stato. Il ministero: nessun pericolo

Il partito liberale di opposizione Libertà e Solidarietà (SaS) ha annunciato venerdì di aver presentato una denuncia alla Procura speciale per sospetti di frode relativamente alla sovvenzione con stimoli di investimento alla società Grandwood holding, una società che dovrebbe ricevere dal governo 21,3 milioni di euro contro la promessa di creare 390 posti di lavoro in località Vranov nad Toplou (regione di Presov) per l’ampliamento della propria attività.

In una conferenza stampa il leader di SaS Richard Sulik ha ricordato di aver già segnalato due volte il rischio di ‘tunneling’ (frode) di soldi pubblici nel caso Grandwood, sospetti che ora sono diventati così gravi da far parlare Sulik non più di sospetti, ma di fatti. Da questo, l’urgenza di una denuncia penale.

Uno dei principali clienti di Grandwood indicati nella domanda di contributo presentata al Ministero dell’Economia, ha sottolineato Sulik,  è in procedura fallimentare dal 1998. Un’altra società appartiene al suocero del direttore esecutivo di Grandwood e l’azienda – così come anche una terza – hanno un oggetto sociale totalmente estraneo all’industria del legno, settore nel quale opera Grandwood.

Sulik ha accusato il Premier Robert Fico di cecità volontaria, per tollerare questa evidente operazione truffaldina, e lo ha invitato a non far passare il provvedimento di sovvenzione di aiuti di Stato quando la domanda arriverà sul tavolo del governo.

Il Ministero dell’Economia non vuole commentare l’azione penale richiesta da SaS, e rivendica il suo agire nel pieno rispetto della legislazione vigente. In ogni caso, ha detto il portavoce del dicastero, gli aiuti sono forniti ex-post, il che significa che i beneficiari dovranno prima realizzare l’investimento previsto nel business plan, e poi creare un certo numero di nuovi posti di lavoro, infine fare utili e soddisfare le altre condizioni richieste per la fornitura di aiuti di Stato. Le finanze pubbliche, dunque, non corrono alcun rischio, è la linea di difesa del ministero.

(Red)

Immagine: photosteve101@flickr.com

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.