Galko: le truppe slovacche in missioni estere non saranno ridotte

Il nuovo Ministro della Difesa Lubomir Galko (SaS) dopo il Consiglio dei Ministri di ieri ha dichiarato  che la Slovacchia non ridurrà la quantità di truppe che stanno servendo nelle missioni all’estero, anzi potrebbe addirittura aumentarle. «Se si vuole aumentare il credito del nostro Paese in seno alla Nato dovremmo discutere di almeno mantenere o addirittura rafforzare le missioni», ha aggiunto il Ministro più chiacchierato del nuovo Esecutivo, inviato alla Difesa non per le sue conoscenze della materia, ma per la sua esperienza di manager, pur se non all’altezza con la lingua inglese.

Galko ha osservato che il ridimensionamento nel numero di soldati in missioni estere è difficilmente realizzabile considerando il coinvolgimento della Slovacchia nelle organizzazioni internazionali, che si traduce ovviamente in impegni. Per quanto riguarda il rafforzamento della missione in Afghanistan, come annunciato dal predecessore di Galko, Jaroslav Baska, ha confermato che si svolgerà entro sei mesi. Ha infine riaffermato che una delle priorità del Ministero è la massima sicurezza per i soldati slovacchi all’estero, ha aggiunto il Ministro.

Galko poi si è lamentato di un rimpasto del personale al Ministero fatto poco prima del suo arrivo.

Non capisco questa mossa perché nessuno è venuto al Ministero della Difesa a fare purghe», ha detto Galko, che si chiede se i rimpasti sono stati un tentativo per salvare una parte del personale dal licenziamento dopo il cambio di Governo. In quel caso, ha detto – aggiungendo che sta esaminando i rimpasti effettuati – lui non manderà a casa le persone in base al loro orientamento politico o alla data in cui sono stati assunti al Ministero.

(Fonte TASR)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.