Governo: stanziati 8 milioni per chiudere le buche sulle strade della Slovacchia

Alle municipalità in tutta la Slovacchia saranno forniti fondi per 8 milioni di euro per riparare le buche che si sono originate sulle strade in questo lungo inverno. Lo ha deciso il governo ieri nella riunione settimanale. Alle due città più grandi – Bratislava e Kosice – saranno date somme più alte di quanto previsto in origine: 1,3 milioni alla capitale, anziché i 308 mila euro della prima proposta, e 700 mila euro a Kosice invece di 138 mila.

Tolte le due “capitali”, quello che resta – 6 milioni di euro – saranno distribuiti nel resto del paese a seconda della estensione delle strada per le quali sono responsabili, come ha specificato il Ministro delle Finanze Peter Kazimir. Le somme saranno versate agli enti locali nel giro di pochi giorni.

A metà marzo il Consiglio dei Ministri aveva deciso di destinare 16 milioni di euro per la riparazione delle strade, ma in seguito è stato stabilito che la metà della somma sarà distribuita dalle autorità regionali.

Quest’inverno, sul fronte manutenzione stradale, è stato il peggiore degli ultimi anni, e sono sorte iniziative dal basse, con i cittadini che per esempio hanno “adottato una buca”, seguendone le evoluzioni (naturalmente in peggio visto che nessuno le riparava), o mappando le diverse regioni della Slovacchia in base alla condizione delle strade con siti web dedicati e gallerie fotografiche. Le compagnie assicurative hanno visto crescere esponenzialmente le richieste di risarcimenti da parte dei conducenti assicurati che sono incappati in una buca distruggendo pneumatici e cerchioni o addirittura rompendo assi della propria auto. Unico dato positivo è stato il fatto che, data la sensibile riduzione generalizzata della velocità per le strade impraticabili, il numero di incidenti stradali mortali è calato sensibilmente .

Purtroppo, gli otto o anche i sedici milioni potrebbero non essere quella gran cosa, visto la condizione disastrosa di certi tratti di strada – e parliamo anche di vie di comunicazione regionali di primo livello. Del resto, è davvero un paradosso che la Slovacchia, che si vanta di essere il primo Paese al mondo per produzione di automobili pro capite non abbia poi le strade in condizioni tali da farle percorrere da quelle stesse auto.

(La Redazione)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.