Uranio: Kosice scarta il progetto minerario e vuole fermare le esplorazioni a Jahodna

Il Consiglio comunale di Kosice ha approvato un documento per rigettare i progetti di estrazione e trattamento di uranio in località Jahodna Kuriskova, una zona ricreativa poco distante dalla città, e ha deciso di creare un comitato di esperti, personale municipale e rappresentanti dei cittadini per seguire i lavori di esplorazione ed esaminare il possibile impatto negativo sulla salute dei residenti e sull’ambiente della zona. Un gruppo di avvocati dovrà nel frattempo valutare gli aspetti giuridici per fermare tali esplorazioni.

Gli ambientalisti, che da mesi stanno facendo pressioni sul comune perché non ceda alle lusinghe economiche mettendo a rischio la salute pubblica, si sono riuniti nella hall del palazzo comunale chiedendo lo stop totale delle esplorazioni, che continuano dopo che a gennaio il Ministero dell’Ambiente ha prorogato la validità della licenza alla società mineraria per altri quattro anni.

Alla riunione era presente anche il Ministro dell’Ambiente Peter Ziga (Smer-SD), così come il capo della società Ludovica Energy, Boris Bartalsky. Il ministro si è detto contrario “radicalmente” alla miniera di uranio a Jahodna, e ha detto di sostenere la città e il sindaco di Kosice, e il governatore regionale in questa battaglia. Ziga avrebbe anche espresso la sua opposizione all’estrazione di oro a Detva, dove la società mineraria progetta di usare, a brevissima distanza dall’abitato, un metodo estrattivo al cianuro.

(Red)

Foto: Kosice (da visitkosice-eu)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.