Polizia: l’attacco agli stranieri a Banska Stiavnica non era a sfondo razziale

Come riporta l’agenzia Tasr, il recente “incidente” di Banska Stiavnica (regione di Banska Bystrica), dove un gruppo di 15-20 giovani ha picchiato un rom ceco, la sua ragazza slovacca e due georgiani, non avrebbe avuto motivazioni razziali. Lo ha detto ai media ieri la polizia regionale, che ritiene che lo scontro sia stato provocato. I dettagli dei fatti sono ancora oggetto di indagine, ma la polizia ha registrato tre denunce penali, presentate sia dalle parti lese che dai presunti aggressori.

Nelle prime ore di sabato 6 aprile due georgiani e un ceco di etnia rom sono stati attaccati davanti alla discoteca Prazovna nella cittadina di Banska Stiavnica. Il ceco è stato picchiato così pesantemente da cadere incosciente per ben due volte, mentre la sua ragazza, abitante del posto, ne è uscita con il naso rotto. Uno dei georgiani è stato sottoposto a un esame Tac per determinare l’entità delle sue ferite alla testa.

Due deputati del partito Gente Ordinaria (OLaNO) avevano invitato il Ministro dell’Interno Roberto Kalinak (Smer-SD) a garantire un’indagine rapida e completa dell’incidente, notando come il fatto «non solo riflette il trattamento degli stranieri nella nostra società, ma manda un’immagine molto negativa all’estero», hanno detto i parlamentari, «quella di un paese “profumato” di razzismo». Non si tratta del resto del primo attacco del genere e se gli autori non vengono puniti, presto e giustamente, altri casi si potranno verificare in futuro, è il timore dei politici di opposizione, e la questione è di estrema urgenza proprio perché la stragrande maggioranza degli slovacchi non hanno alcun pregiudizio o timore nei confronti degli stranieri.

(Red)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.