Sondaggio: la corruzione in Slovacchia si mangia mezzo miliardo di euro all’anno

La tangente media per assicurarsi una commissione o una sovvenzione è di circa il 13% della somma totale, dice un’indagine realizzata dall’Associazione imprenditoriale slovacca (PAS) insieme all’ONG Transparency International Slovensko (TIS) e al think tank Istituto per le riforme economiche e sociali (Ineko). Considerando soltanto le commissioni coordinate da autorità pubbliche, la corruzione consumerebbe fino a 500 milioni di euro all’anno nel Paese.

L’Iniziativa Anti-corruzione ha lo scopo di «rispondere al fatto che gli imprenditori guardano la questione della corruzione come qualcosa di molto grave», dice la relazione che accompagna il sondaggio. Se nel 2006 la corruzione appariva al quarto posto tra i fattori di ostacolo per le attività d’impresa, ha detto il direttore di PAS Robert Kicina, la corruzione si è fatta strada fino a raggiungere la cima della classifica appena quattro anni dopo.

Il progetto ha dimostrato che è più probabile trovare corruzione nei contratti stipulati con ministeri, istituzioni che forniscono fondi strutturali, e altri organismi centrali dell’amministrazione statale e le autorità governative regionali. La corruzione è meno percepibile nelle opinioni degli imprenditori con esperienza diretta di affari con committenti pubblici, rispetto a coloro che non hanno mai stipulato alcun contratto con lo Stato.

(Red)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.