Costruzioni: la forte crisi del settore dovrebbe mitigarsi quest’anno

Il rallentamento di lungo termine nel settore delle costruzioni in Slovacchia dovrebbe frenare al 4,6% quest’anno, secondo un’analisi dell’edilizia nel primo trimestre pubblicata dalla di ricerca società PECO in vista dell’apertura della fiera dell’edilizia Coneco a Bratislava ieri. Il dato è una buona notizia, nonostante il segno comunque negativo. Nel 2012 il settore aveva subito una contrazione del 12,5%.

Il direttore di PECO, Juraj Vacek, intervenendo a un incontro con imprenditori del settore, ha detto che il prossimo anno ci si può azzardare a prevedere una stabilizzazione del settore, con una moderatissima crescita di circa lo 0,5%. La stima considera tuttavia che questo risultato può essere possibile soltanto se andranno a buon fine tutte le gare di appalto per diversi tratti autostradali che sono state annunciate in marzo.

Le aziende edili stanno oggi lavorando al 63% della loro capacità effettiva di produzione, e, secondo l’analisi, sono meno della metà le aziende coinvolte (un centinaio) che credono che la loro situazione migliorerà.

Il Premier Fico, presente all’inaugurazione, ha detto che la crisi è reale, ma è anche una opportunità per le imprese di costruzione per dimostrare la loro capacità di reagire ai cambiamenti del mercato e razionalizzare le proprie attività senza tagliare l’occupazione o la loro effettiva influenza sul mercato.

(Red)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.