Un nuovo ponte sul Danubio collegherà Komarno all’ungherese Komarom

Uno dei risultati più tangibili della cooperazione transfrontaliera slovacco-ungherese recentemente accelerata è la prossima costruzione di un nuovo ponte stradale sul fiume Danubio tra Komarno (regione di Nitra) e Komarom, in Ungheria. Lo ha scritto l’agenzia Tasr su informazioni delle autorità cittadine di Komarno, che hanno già fatto una parte di lavoro, e sta ora ai governi di Slovacchia e Ungheria portare il progetto a conclusione. Il comune portuale slovacco ha confermato che il progetto è già stato approvato dai due governi, e la costruzione dovrebbe essere avviata nel 2014.

L’unica connessione stradale esistente tra Komarno e Komarom è il vecchio Ponte Elisabetta, che è stato costruito durante la monarchia austro-ungarica 110 anni fa, non riesce più a sostenere l’aumento di traffico degli ultimi anni. Il nuovo collegamento sul fiume Danubio sarà posizionato a ovest della città, per alleggerire il centro e completare le infrastrutture della zona industriale cittadina.

Il costo complessivo stimato per la costruzione del ponte è stimato in circa 35 milioni di euro. Una parte dei fondi dovrebbe essere fornita da fondi europei. Secondo gli accordi, il ponte, che dovrebbe essere realisticamente percorribile tra il 2016 e il 2017, sarà proprietà indivisibile dei due paesi.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

(Red)

Foto: progetto originale, dal sito del comune – www.komarno.sk

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.