AU Optronics, dall’investimento-gioiello all’elemosina di ordini al governo

Il produttore di schermi lcd AU Optronics, società taiwanese che ha dal 2009 uno stabilimento vicino a Trencin, avrebbe di recente chiesto al governo di trovargli clienti. Scriveva giovedì Hospodarske Noviny che la società, che si impegnò a investire 190 milioni di euro e assumere migliaia di persone, non ha per il momento mantenuto le sue promesse, nonostante abbia ottenuto aiuti agli investimenti dallo Stato per 38 milioni.

Lo scorso autunno, in una situazione di mercato che è mutata molto negli ultimi tempi, AU Optronics ha terminato la produzione di serie e licenziato centinaia di persone, scrive HN. E ora avrebbe chiesto all’Agenzia per gli investimenti e lo sviluppo del commercio SARIO di trovare nuovi clienti per la loro produzione, come al quotidiano avrebbe rivelato una fonte anonima. L’agenzia governativa sarebbe ora impegnata a far riprendere la produzione a Trencin, ed è alla ricerca di soluzioni per raggiungere l’obiettivo, anche se ufficialmente non esce alcun commento sulla questione.

L’analista di UniCredit Bank Slovakia Lubomir Korsnak si è mostrato scettico al giornale, e ha detto che i produttori di elettronica oggi si trovano a dover affrontare una seria e dura concorrenza in termini di prezzi dai loro competitor in Asia.

(Red)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.