Educazione dei figli, aumento dei divorzi e calo della natalità in Slovacchia

Una conferenza internazionale su “L’educazione dei bambini nella famiglia” si è tenuta a fine marzo in località Rajecké Teplice in occasione del XV appuntamento annuale denominato “Scegli la Vita”, organizzato dalle organizzazioni cristiane a difesa della vita con esperti del settore, slovacchi e stranieri. Secondo Martin Slosiarik, sociologo dell’agenzia di ricerche di mercato Focus, la situazione dei cambiamenti nella percezione della famiglia nella società slovacca dopo il 1989 non è così nera come lascerebbero pensare i cupi stati d’animo nella società e la prognosi negativa dal punto di vista demografico.

I risultati di un sondaggio su oltre un migliaio di partecipanti mostrano che la famiglia è ancora la priorità numero uno tra gli slovacchi e la sua importanza, anche statisticamente, è aumentata negli ultimi vent’anni – dall’86,7% all’89,5%. La condizione essenziale per un matrimonio felice, si legge dai risultati della ricerca, rimane la fedeltà, mentre il fattore “bambini” è diminuito del 20% dal 1989, portando gradualmente alla crisi demografica di cui sopra. Quanto alle priorità nell’educazione dei figli, mentre nel 1991 il “pudore” era al primo posto, oggi si è passati alla “capacità di lavorare duro”. Nel frattempo, tuttavia, il divorzio si è fatto strada, con dati in crescita, mentre aumenta l’età media della maternità ed è calato rapidamente il tasso di natalità, portando la Slovacchia all’ultima posizione nell’Unione Europea.

Per leggerne di più vedere a questo link.

(Fonte SIR Europa)

Fotografia: pensiero@flickr

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.