Hurbanovo: la famiglia delle vittime non riconosce la perizia mentale sull’assassino

Il caso dell’ex agente di polizia municipale Milan Juhasz, condannato pochi giorni fa per aver ucciso a colpi di arma da fuoco tre persone e averne ferite altre due nel giugno scorso, potrebbe essere riaperto dopo che la famiglia delle vittime ha respinto il verdetto finale. La Corte penale specializzata in Pezinok ha emesso il 27 marzo una sentenza di condanna a nove anni in un carcere di massima sicurezza e tre anni di trattamento protettivo in un ospedale o istituto di igiene mentale. La famiglia si dice pronta a presentare un appello speciale, secondo quanto scritto ieri dal quotidiano Sme, affermando che il parere degli esperti [che ha decretato il colpevole non completamente sano di mente al momento del reato] è stato manipolato. Per questo, l’avvocato di famiglia cercherà ora di farlo valutare da una autorità internazionale. L’ex agente, ha detto l’avvocato, ha ucciso intenzionalmente, e non sotto l’influenza di una malattia mentale.

Juhasz rischiava 25 anni di carcere, ma le testimonianze dei medici legali hanno portato il giudice ad accettare la proposta del procuratore per una pena detentiva inferiore. Pena non contestata né dal condannato né tanto meno dal procuratore, che pur comprendendo l’indignazione della famiglia, come ha detto in un’intervista a Sme, rimane sulla sua posizione.

La mattina del 16 giugno 2012 il 51enne Juhasz, quel giorno non in servizio, parcheggiò davanti alla casa della famiglia rom – del resto ben nota alle autorità locali per i precedenti penali – e cominciò a sparare. La polizia lo trovò un’ora più tardi seduto davanti alla casa del sindaco di Hurbanovo.

(Fonte Sme)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google