Il Ministro degli Esteri Lajcak: Slovacchia pronta a discutere decreti Benes

A quanto ha dichiarato la scorsa settimana il Ministro degli Esteri slovacco Miroslva Lajcak, la Slovacchia è disponibile anche a discutere con l’Ungheria di questioni delicate come i decreti Benes, ovvero quelle norme emesse dopo la Seconda guerra mondiale che hanno espropriato ed espulso gli ungheresi dalla Slovacchia, oltre che i tedeschi dalla Cecoslovacchia. In ogni caso, ha sottolineato Lajcak, la soluzione a una questione così antica e controversa tra i due paesi non sarà certamente risolta soltanto con le scuse da parte della Slovacchia all’Ungheria. Ma se entrambi i governi sono pronti a discuterne serenamente, potrebbe essere possibile chiudere la questione una volta per tutte.

La dichiarazione di Lajcak veniva dopo una uscita del suo omologo ungherese Janos Martonyi, che martedì scorso aveva detto all’agenzia di stampa di Stato ungherese MTI che si potrebbe arrivare ad una riconciliazione reciproca e a una chiusura di una pagina del passato con le scuse agli ungheresi che vivono in Slovacchia. A parere del Ministro degli Esteri slovacco le scuse della Slovacchia agli ungheresi potrebbero essere qualcosa di simile a quelle fatte ai tedeschi dei Carpazi nel 1990.

(Red)

Nella foto: Lajcak e Martonyi in un recente incontro (mzv.sk)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.