Resa dei conti in casa SaS, Miskov licenziato, Kollar pensa che fare

L’ex Ministro dell’Economia Juraj Miskov (SaS) è stato sostituito ieri come vice presidente del partito dal collega e pure ex Ministro (del Lavoro) Jozef Mihal. Miskov paga così il suo sostegno a Jozef Kollar, il deputato che ha tentato il colpo di prendere le redini dei neoliberali di Libertà e Solidarietà (SaS). La mossa segue il congresso di pochi giorni fa che ha confermato come presidente del partito Richard Sulik per una manciata di voti sullo sfidante Kollar, mostrando però una profonda spaccatura interna alla giovane formazione politica fondata da Sulik nel 2009.

Kollar, che in un primo momento aveva escluso la possibilità di lasciare il partito, sta ora ragionando sul da farsi, e accusa Sulik di avere violato l’impegno preso di non eliminare i suoi oppositori interni, cosa che ora è avvenuta nei confronti di uno dei maggiori leader di SaS, e per giunta «senza alcuna motivazione». Sulik si è difeso dicendo che alla fine di un mandato è naturale che ci sia un ricambio anche tra i vice presidenti, che lui aveva proposto fossero tutti sostituiti. Del resto, ha ammesso, su quelle sedie voglio persone che «hanno la mia piena fiducia». Insieme a Mihal, anche l’ex Ministro della Difesa Lubomir Galko ora occupa un posto di vice del leader. Sulik ha anche sottolineato di aver offerto a Kollar stesso un posto, ma questi ha rifiutato.

(Red)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.