Taxi in protesta a Bratislava: tariffe troppo basse, dicono

Centinaia di tassisti si sono riuniti nel pomeriggio di lunedì in protesta contro quelle che loro definiscono tariffe troppo basse per i loro servizi. Tutte insieme le auto si sono dirette, dalla sponda destra del fiume nei pressi del Teatro Arena, nel centro di Bratislava formando un convoglio. Il capo dell’Unione dei tassisti Ondrej Wenzl ha detto che erano presenti oltre 500 rappresentanti della categoria nella capitale. L’invasione dei taxi, che si è conclusa alle 17 sulla Piazza SNP, ha inteso richiamare l’attenzione sui problemi del settore.

Dopo che il titolare di una compagnia di taxi introdusse un 50% di sconto per le ordinazioni telefoniche (nel 1997), la cosa è poi entrata nell’uso comune ed è in vigore fino ad oggi, ma la tariffa non copre tutti i costi che devono sostenere i conducenti, e la cosa ha ridotto il tenore di vita della categoria, secondo Wenzl. È poi particolarmente strano che le tariffe per chi ordina al telefono un taxi siano inferiori di quelle applicate a chi ferma un taxi per strada. Dovrebbe essere il contrario, come nel resto del mondo, a parere di Weinzl.

I proprietari delle 26 compagnie di taxi cittadine, però, non hanno alcuna intenzione di abolire gli sconti, e per questo il sindacato dei tassisti vuole aprire una discussione con le autorità per impostare dei prezzi fissi. Si sono dapprima rivolti al Sindaco di Bratislava, che ha ammesso di non avere alcuna competenza sulla questione, suggerendo ai manifestanti di rivolgersi all’amministrazione statale. Dal Ministero dei Trasporti, tuttavia, hanno per il momento fatto sapere che non ritengono realistico presentare tale proposta.

(Red)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.